Adamo ed eva cacciati dal paradiso spiegato ai bambini

Adamo ed Eva banditi

L'Antico Testamento racconta di Adamo ed Eva, i nostri progenitori. Vivevano in paradiso in totale innocenza fino a quando il serpente (il diavolo) li indusse a mangiare il frutto proibito dall'albero della conoscenza. Come punizione per la loro disobbedienza, Dio li bandì dal Paradiso. Perché il frutto proibito è spesso chiamato mela?

La teologia si riferisce a questo episodio come alla "caduta dell'uomo" in quanto, contro la volontà di Dio, egli mangiò il frutto che gli permetteva di distinguere il bene dal male. In realtà la Bibbia non menziona una mela: l'arte paleocristiana raffigura la caduta dell'uomo da un fico. Il cristianesimo ha probabilmente introdotto l'idea che il frutto sia una mela, in ricordo della "mela del paradiso" o quando la Bibbia è stata tradotta. In latino, il male è malum e la mela è chiamata malus. Potrebbe trattarsi di un semplice errore di traduzione o di un deliberato gioco di parole. Una mela compare già in una delle prime raffigurazioni della Caduta dell'uomo, risalente al II secolo d.C., nelle catacombe di San Gennaro a Napoli.

La storia della mela di Adamo ed Eva

Adamo ed Eva, secondo il mito della creazione[Nota 1] delle religioni abramitiche,[1][2] furono il primo uomo e la prima donna. Essi sono al centro della convinzione che l'umanità sia in sostanza un'unica famiglia, con tutti che discendono da un'unica coppia di antenati originari.[3]

Nel Libro della Genesi della Bibbia ebraica, dai capitoli uno a cinque, ci sono due narrazioni della creazione con due prospettive distinte. Nella prima, Adamo ed Eva non vengono nominati. Al contrario, Dio creò l'umanità a sua immagine e somiglianza e ordinò loro di moltiplicarsi e di essere amministratori di tutto ciò che Dio aveva creato. Nel secondo racconto, Dio crea Adamo dalla polvere e lo colloca nel Giardino dell'Eden. Ad Adamo viene detto che può mangiare liberamente di tutti gli alberi del giardino, ad eccezione dell'albero della conoscenza del bene e del male. Successivamente, Eva viene creata da una costola di Adamo per essere la sua compagna. I due sono innocenti e non si vergognano della loro nudità. Tuttavia, un serpente convince Eva a mangiare il frutto dell'albero proibito e lei ne dà un po' ad Adamo. Questi atti non solo danno loro una conoscenza aggiuntiva, ma danno loro la capacità di evocare concetti negativi e distruttivi come la vergogna e il male. In seguito Dio maledice il serpente e la terra. Dio dice profeticamente alla donna e all'uomo quali saranno le conseguenze del loro peccato di disobbedienza a Dio. Poi li bandisce dal Giardino dell'Eden.

La storia di Adamo ed Eva

Adamo ed Eva, secondo il mito della creazione[Nota 1] delle religioni abramitiche,[1][2] furono il primo uomo e la prima donna. Essi sono al centro della convinzione che l'umanità sia in sostanza un'unica famiglia, con tutti che discendono da un'unica coppia di antenati originari.[3]

Nel Libro della Genesi della Bibbia ebraica, dai capitoli uno a cinque, ci sono due narrazioni della creazione con due prospettive distinte. Nella prima, Adamo ed Eva non vengono nominati. Al contrario, Dio creò l'umanità a sua immagine e somiglianza e ordinò loro di moltiplicarsi e di essere amministratori di tutto ciò che Dio aveva creato. Nel secondo racconto, Dio crea Adamo dalla polvere e lo colloca nel Giardino dell'Eden. Ad Adamo viene detto che può mangiare liberamente di tutti gli alberi del giardino, ad eccezione dell'albero della conoscenza del bene e del male. Successivamente, Eva viene creata da una costola di Adamo per essere la sua compagna. I due sono innocenti e non si vergognano della loro nudità. Tuttavia, un serpente convince Eva a mangiare il frutto dell'albero proibito e lei ne dà un po' ad Adamo. Questi atti non solo danno loro una conoscenza aggiuntiva, ma danno loro la capacità di evocare concetti negativi e distruttivi come la vergogna e il male. In seguito Dio maledice il serpente e la terra. Dio dice profeticamente alla donna e all'uomo quali saranno le conseguenze del loro peccato di disobbedienza a Dio. Poi li bandisce dal Giardino dell'Eden.

  Consustazione spiegata ai bambini

Cosa accadde ad Adamo ed Eva dopo essere stati esiliati

Il dottor Drew Conley è il pastore anziano della Hampton Park Baptist Church di Greenville, nella Carolina del Sud, dove ha servito in varie funzioni per undici anni. Con la moglie Mary Ellen ha due figli.

La rivista Answers ha deciso di sfatare alcuni miti. Questo numero esaminerà alcuni dei miti più diffusi sui dinosauri e sulla loro morte. Nel frattempo, scoprirete altri fatti interessanti su queste creature straordinarie: veloce, sapete dirmi qual è il più piccolo tipo di dinosauro? Esamineremo anche alcune serie questioni contemporanee, come l'aumento del compromesso biblico nei materiali per la scuola materna e i pericoli del nuovo leader dell'"evoluzione teistica", noto come Fondazione BioLogos.

  Caratteristiche di un introduzione spiegate ai bambini

Go up