Come spiegare l omosessualità ai bambini vignetta

Perché non ci sono personaggi gay nei film per ragazzi?

Cortometraggio animato sull'amore clandestino.Questo articolo è stato pubblicato originariamente il 31.07.17Dopo un'attesa e un'anticipazione senza fiato, il cortometraggio animato per bambini "In a Heartbeat" è stato finalmente rilasciato il 31 luglio 2017.Il cortometraggio di quattro minuti - che segue un ragazzo non dichiarato mentre "corre il rischio di essere scoperto dal suo stesso cuore dopo che questo è uscito dal suo petto per inseguire il ragazzo dei suoi sogni" - ha conquistato alcuni angoli di Internet da quando il suo trailer è stato pubblicato a maggio ed è diventato immediatamente virale. Il film finito è adorabile, dolce, puro e da spremere come i fan speravano e la gente lo sta adorando. \HAI SENTITO QUALCUNO GRIDARE A.C. È STATO ME A GUARDARLO IN UN BATTITO DI CUORE È LA PIÙ GRANDE CIFRA CHE ABBIAMO MAI VISTO?

1501515099Come, onestamente, adorarlo davvero.Il corto dura solo quattro minuti ed è completamente privo di narrazione o dialogo. Ma i suoi creatori, Beth David ed Esteban Bravo - che hanno completato il progetto come parte della loro tesi di laurea - sono stati in grado di evocare così tante emozioni che i fan queer che guardano a casa possono provare: l'impotenza dell'amore tra cuccioli, il timore adolescenziale di essere dichiarati come LGBTQ, lo sguardo giudicante dei coetanei quando si è dichiarati come LGBTQ e il conforto di sapere finalmente che non si è soli. Il trailer di 30 secondi del progetto ha fatto leva sulle corde del cuore già a maggio, quindi si può immaginare quale differenza stia facendo ora il film completo. "Siamo molto toccati dalla risposta che abbiamo ottenuto finora e siamo felici di sapere che il nostro progetto ha già avuto un impatto positivo su così tante persone", hanno detto i creatori a maggio a proposito del fiorire del fandom del film. "Ci dimostra che c'è bisogno e voglia di media che affrontino temi LGBT+ in modo positivo e spensierato". I due sperano che l'accoglienza positiva del loro film porti alla produzione di altri film che includano le tematiche LGBTQ. I fan, a quanto pare, sono appassionatamente d'accordo: prendete quattro minuti dalla vostra giornata e guardate "In a Heartbeat" proprio ora, qui sotto:

L'omosessualità è una scelta? (Cartone animato educativo)

Un po' alla volta, personaggi dichiaratamente gay si stanno facendo strada nell'animazione rivolta principalmente ai bambini. Clarence di Cartoon Network ha recentemente attirato l'attenzione a causa di una scena di due uomini gay che si baciano sulla guancia (non sulle labbra, nonostante l'intenzione originaria degli sceneggiatori dello show). Nel frattempo, "Come addestrare il tuo drago 2" include un personaggio che è implicitamente gay, anche se solo in una battuta di circostanza pronunciata dal suo doppiatore. Sono finiti per sempre i tempi in cui un uomo omosessuale in Sailor Moon doveva essere riscritto come donna per il doppiaggio inglese?

  Cose il fascismo spiegato ai bambini

Un simile progresso, tuttavia, non potrebbe mai essere compiuto senza un contraccolpo. Da anni ormai, gruppi reazionari inveiscono contro il presunto indottrinamento dei bambini da parte di cartoni animati apparentemente innocenti, e un personaggio in particolare è l'emblema di questo fenomeno: SpongeBob SquarePants.

Questa accusa - che la serie SpongeBob Squarepants sia stata creata come propaganda a favore degli omosessuali - è nata in realtà come una sorta di leggenda metropolitana. Nel 2005 il fondatore di Focus on the Family James Dobson ha condannato la We Are Family Foundation - un gruppo che, tra le altre cose, si oppone all'omofobia - per aver sostenuto un video per bambini in cui comparivano vari personaggi dei cartoni animati, tra cui Spongebob. Le argomentazioni di Dobson sono state riportate dai media tradizionali con titoli sensazionalistici come "SpongeBob accusato di promuovere l'omosessualità", "Spongebob ti farà diventare gay?" e "I conservatori scelgono un bersaglio morbido: Una spugna dei cartoni animati", e molti hanno pensato che Spongebob, come Harry Potter qualche anno prima, fosse stato vittima di una campagna organizzata dalle frange della destra religiosa.

  Chi è lo scienziato spiegato ai bambini

Cartone animato sull'indottrinamento anti-gay della Torre di Guardia

... ma al giorno d'oggi, c'è un'incredibile rappresentazione LGBTQ+ negli spettacoli animati per bambini, che offre a un'intera nuova generazione di giovani ragazzi queer la rappresentazione e la visibilità di cui hanno bisogno!

Steven Universe è forse il programma per bambini più strano della TV (anche se alcuni di questi programmi gli stanno dando del filo da torcere!). Incentrato sulle avventure di Steven e della sua famiglia adottiva di alieni guerrieri femminili chiamati Gemme di Cristallo, lo show non è timido sul fatto che la maggior parte delle gemme sono gay.  Steven Universe tocca abilmente temi molto complessi come l'omofobia, l'ansia e la violenza domestica, rendendoli accessibili ai bambini.

Il surreale e dadaista Adventure Time è sempre... beh, un'avventura! Sebbene la serie sia nata come uno strano cortometraggio, si è sviluppata in una trama molto più profonda, mentre Finn e il suo fratello cane mutaforma Jake esplorano il mondo post-apocalittico di Ooo. Sebbene le leggi sulla censura al di fuori degli Stati Uniti, dove la serie è distribuita, impediscano ad Adventure Time di utilizzare una terminologia specifica, non si lesina sui sentimenti passati (e presenti) condivisi tra la Principessa Bubblegum e Marceline, né su altri cenni queer sparsi nel corso della serie.

La TV sta rendendo gay i nostri figli, in 10 anni metà della popolazione

Secondo Entertainment Weekly, gli altri membri del cast della serie originale, andata in onda dal 2001 al 2005, torneranno a dare voce ai personaggi fondamentali Penny Proud, Oscar Proud, Trudy Proud, Zio Bobby Proud e Suga Mama.

La showrunner Dana Terrace ha dichiarato all'epoca di avere da tempo l'intenzione di inserire nel cast della serie animata dei "bambini queer". Se inizialmente la Disney si era opposta all'idea, Terrace ha dichiarato che la sua "testardaggine è stata ripagata", in quanto le sue idee sono ora "molto sostenute dall'attuale leadership Disney".

  Che differenza ce tra inserimento e integrazione spiegata ai bambini

Inoltre, il film Disney Pixar del 2020 "Onward" presenta il primo personaggio LGBT autoidentificato in un film d'animazione. Il personaggio, l'agente Cyclops, ha una sola battuta nel film, in cui si riferisce alla sua "ragazza". Recentemente è stato anche riferito che la Pixar sta effettuando il casting per un progetto senza nome che avrà come protagonista un personaggio adolescente transgender di nome Jess.

Il pastore californiano John MacArthur ha apparentemente condannato la Disney durante un sermone all'inizio del mese. Ha rimproverato il marchio per aver creato "personaggi transgender per sedurre i bambini ad accettare la malvagità come normale".

Go up