Come spiegare la struttura del castello ai bambini

Cos'è un castello

Costruito nel 1385, il castello di Bodiam nell'East Sussex, in Inghilterra, è circondato da un fossato pieno d'acqua.

Un castello è un tipo di struttura fortificata costruita nel Medioevo prevalentemente dalla nobiltà o dai reali e dagli ordini militari. Gli studiosi discutono sulla portata del termine castello, ma di solito lo considerano la residenza privata fortificata di un signore o di un nobile. Si distingue da un palazzo, che non è fortificato;

e da un insediamento fortificato, che era una difesa pubblica - anche se ci sono molte somiglianze tra questi tipi di costruzione. L'uso del termine è variato nel tempo ed è stato applicato anche a strutture come i forti di collina e le case del XIX e XX secolo costruite per assomigliare ai castelli. Nel corso dei circa 900 anni in cui furono costruiti i castelli veri e propri, essi assunsero molte forme e caratteristiche diverse, anche se alcune, come le cortine, le feritoie e le saracinesche, erano comuni.

A cosa servono i castelli

Un castello veniva costruito per resistere agli attacchi dei nemici. I costruttori di castelli aggiungevano molte caratteristiche difensive per rendere i loro castelli difficili da attaccare. Molti castelli erano costruiti su un'altura con una chiara vista sul territorio circostante.

Torri costruite come parte della cortina muraria. I castelli dotati di cortine murarie con torri laterali erano più difficili da catturare. Un buon esempio di castello con torri affiancate è Framlingham, nel Suffolk. Lungo la cortina muraria, a intervalli, si trovano tredici torri quadrate o rettangolari.

La sommità delle mura del castello era costituita dalla merlatura, un parapetto protettivo a forma di dente, spesso con un camminamento di ronda dietro di esso per i soldati. I difensori potevano lanciare missili attraverso le fessure (merlature). Le sezioni rialzate intermedie, chiamate merli, servivano a riparare i difensori durante un attacco nemico.

Le buche di assassinio erano aperture nel soffitto proprio di fronte a una porta o nel passaggio successivo. Erano così chiamate perché si riteneva che venissero utilizzate dai difensori nella camera sovrastante per far cadere liquidi bollenti sul malcapitato attaccante.

10 fatti sui castelli

Le fortezze sono state costruite in Giappone fin dai tempi antichi. La necessità di costruire castelli nacque nel XV secolo, dopo che l'autorità del governo centrale si era indebolita e il Giappone era caduto nell'era caotica degli Stati combattenti (sengoku jidai). In quell'epoca, il Giappone era composto da decine di piccoli Stati indipendenti che si combattevano tra loro e costruivano piccoli castelli in cima alle montagne a scopo difensivo.

Quando Oda Nobunaga ristabilì un'autorità centrale sul Giappone nella seconda metà del XVI secolo e il suo successore Toyotomi Hideyoshi completò la riunificazione del Giappone, furono costruiti molti castelli più grandi in tutto il Paese. A differenza dei castelli precedenti, furono costruiti in pianura o su piccole colline, dove servivano come quartier generale amministrativo e militare di una regione e come simbolo di autorità. Divennero i centri delle "città castello".

  Il fiume po spiegato ai bambini

Dopo la fine dell'età feudale (1868), molti castelli furono distrutti come sgradite reliquie del passato o andarono perduti durante la Seconda Guerra Mondiale. Oggi sopravvivono solo una dozzina di "castelli originali", cioè castelli con un torrione principale risalente all'epoca feudale (prima del 1868). Inoltre, diverse decine di castelli sono stati ricostruiti negli ultimi decenni, per lo più utilizzando il cemento al posto dei materiali da costruzione tradizionali.

50 fatti sui castelli

L'imponente facciata in pietra del Castello di Penrhyn nasconde molto di più della sua struttura interna in mattoni rossi. L'architettura unica, gli interni sfarzosi e la collezione di opere d'arte si affiancano a una storia di fortune legate allo zucchero e all'ardesia, di disordini sociali e della più lunga vertenza industriale della storia britannica. Scoprite la storia di Penrhyn, le sue vaste stanze, le scale neonormanne e le cucine vittoriane. I vasti terreni sono perfetti per essere esplorati e per godere di viste spettacolari su Snowdonia e sulla costa del Galles settentrionale. I piccoli esploratori possono arrampicarsi sugli alberi, costruire tane e scatenarsi nel parco giochi. A Penrhyn ce n'è per tutti i gusti, basta aspettarsi l'inaspettato.

  Articoli costituzione italiana spiegata ai bambini

Go up