Don bosco spiegato ai bambini

Il motto di Don Bosco

Il 12 marzo 1877, a Nizza, durante l'inaugurazione solenne del Centro Giovanile San Pietro nei nuovi locali del Patronato di Saint-Pierre, Don Bosco tenne un discorso.    Per molte ragioni era importante che l'evento andasse bene; per questo motivo, Don Bosco prese come argomento il suo sistema educativo, al quale aveva iniziato a dare il titolo di "Preventivo".

Al ritorno a Torino, Don Bosco fece scrivere il suo discorso in forma più curata, con anche una traduzione in francese: nell'occasione aveva parlato in un misto di italiano e francese.    Il discorso fu sottoposto a varie rielaborazioni. Pubblicato originariamente insieme al resoconto della solenne inaugurazione - nato essenzialmente come documento di propaganda - ha poi acquisito una vita propria, rappresentando l'unico tentativo di Don Bosco di esporre in forma sistematica i suoi principi educativi.

La traduzione si basa sul "Documento R" di Braido, che contiene perfezionamenti successivi del testo e che fu stampato insieme al Regolamento delle Case della Società di San Francesco di Sales, nel 1877.    (Edizione critica: P. BRAIDO -- Traduzione e note: P. LAWS)

San Giovanni Bosco - patrono di

Poi apparve una donna (la nostra Madre).    I ragazzi si erano trasformati in una folla di animali selvatici e la donna gli disse: "Questo è il campo del tuo lavoro".    Ma poi gli animali selvatici si trasformarono in agnelli.    Giovanni cominciò a piangere, volendo sapere chiaramente il significato di ciò che stava accadendo.    La donna glielo disse,

Cominciò a pensare al sacerdozio, che sembrava un sogno impossibile a causa della sua povertà e della mancanza di istruzione.    Un sacerdote gentile gli insegnò un po' di cose e gli diede alcuni libri.    Nonostante le obiezioni del fratello maggiore, John lasciò la casa all'età di 12 anni e trovò lavoro.    Un altro sacerdote divenne la sua guida e il suo amico, aiutandolo, insegnandogli e sostenendolo.

  Spiegare la matematica ai bambini

Padre Bosco, o Don Bosco, disapprovava le punizioni corporali, instillando invece il senso del dovere e della virtù.    Incoraggiava la ricezione frequente dei Sacramenti e la Messa quotidiana, guidava i ragazzi in modo paterno e univa la spiritualità al lavoro, allo studio e al gioco.

Il lavoro di Don Bosco con i ragazzi iniziò con un orfano e si ampliò gradualmente.    Durante le sue visite alle carceri per assistere i detenuti, notò molti ragazzi in prigione.    Cominciò ad attirare i ragazzi per strada, soprattutto i figli dei poveri e degli orfani, usando trucchi di magia, cercando di tenerli lontani dal carcere.    Si batté anche per i diritti degli apprendisti e incoraggiò molti dei suoi ragazzi a prendere in considerazione il sacerdozio.

Festa di Don Bosco

Dom Bosco diceva: "L'educazione è un problema di cuore". Ciò significa che l'educazione non ha bisogno solo di denaro e organizzazione, ma anche di persone che lavorino con tutto il cuore. Le basi dell'educazione sono l'amore, la ragione e la religione. Egli stesso chiamò il suo modo di educare "Educazione preventiva". Dobbiamo capire bene il significato di questa parola.

Oggi sentiamo spesso parlare di "medicina preventiva", ma raramente sentiamo parlare di "educazione preventiva". Quando sentiamo questa parola, tendiamo a pensare a un'educazione conservatrice, come a proteggere gli studenti dalle cattive influenze o a tenerli lontani dagli affari mondani. Se cerchiamo la parola "prevenzione" in un dizionario, troviamo innanzitutto "medicina preventiva", in cui si spiega che "un campo della medicina in cui si studiano e si praticano il mantenimento della salute e i metodi di prevenzione delle malattie, per individui e gruppi, rispetto al trattamento medico".

  Come spiegare il battesimo di gesù ai bambini

Il trattamento medico cura le malattie, mentre lo scopo della medicina preventiva è studiare e praticare il modo di mantenere la salute. La parola prevenzione ha un significato positivo. Non significa risolvere qualcosa dopo, ma prepararsi in anticipo.

Vita di don Bosco

Aiutate a sostenere la missione del Nuovo Avvento e scaricate immediatamente tutti i contenuti di questo sito web. Include l'Enciclopedia Cattolica, i Padri della Chiesa, la Summa, la Bibbia e altro ancora - tutto a soli 19,99 dollari...

Fondatore della Società Salesiana. Nato da genitori poveri in una piccola capanna a Becchi, una frazione collinare vicino a Castelnuovo, in Piemonte, Italia, il 16 agosto 1815; morto il 31 gennaio 1888; dichiarato venerabile da Pio X il 21 luglio 1907. Nota: Papa Pio XI lo ha beatificato nel 1929 e canonizzato nel 1934.

Quando aveva poco più di due anni il padre morì, lasciando alla madre, Margherita Bosco, il mantenimento dei tre figli. I primi anni di vita di Giovanni furono trascorsi come pastore e ricevette la sua prima istruzione per mano del parroco. Possedeva un ingegno pronto, una memoria brillante e, con il passare degli anni, il suo appetito per lo studio divenne sempre più forte. A causa della povertà della casa, tuttavia, fu spesso costretto ad abbandonare i libri per dedicarsi ai campi, ma il desiderio di ciò che doveva abbandonare non lo abbandonò mai. Nel 1835 entrò nel seminario di Chieri e dopo sei anni di studi fu ordinato sacerdote alla vigilia della domenica della Trinità dall'arcivescovo Franzoni di Torino.

  Bullism spiegato ai bambini

Go up