Come spiegare prelievo sangue ai bambini

Come tenere in braccio un bambino per il prelievo di sangue

L'ottenimento di un accesso vascolare e di campioni di sangue in un neonato o in un bambino può mettere in difficoltà e frustrare anche il medico d'emergenza più esperto. L'accesso vascolare può essere particolarmente impegnativo nei bambini disidratati o in stato di shock. Questo capitolo esamina i principi e le tecniche di base del prelievo di sangue e del posizionamento di cateteri endovenosi (IV) e intraarteriosi periferici e centrali nei neonati e nei bambini, compreso l'uso di cateteri ombelicali nei neonati. Vengono inoltre esaminate le tecniche di idratazione per i bambini disidratati. Per i bambini gravemente malati e feriti, l'accesso intraosseo (IO) è la tecnica preferita se non è possibile garantire rapidamente un accesso vascolare periferico (vedere il Capitolo 25). Sebbene sia raramente necessario, l'accesso d'emergenza è occasionalmente salvavita e una sezione di questo capitolo è dedicata alle tecniche di accesso.

La paura e l'anticipazione del dolore associato a procedure o iniezioni rendono l'esperienza ospedaliera traumatica per i bambini. Prima di iniziare qualsiasi procedura dolorosa in un bambino, spiegate ai genitori la procedura e le ragioni per cui deve essere eseguita. Per i bambini in grado di comprendere, spiegare la procedura con un linguaggio appropriato allo sviluppo prima di iniziare e prima di ogni fase successiva. Evitate di usare frasi ingannevoli come "non farà male". Una spiegazione delicata e onesta del fatto che la procedura farà un po' male e un'affermazione del tipo "va bene piangere, ma non muoversi" forniranno al bambino aspettative realistiche e fisseranno anche dei limiti. A seconda della situazione, la maggior parte dei genitori desidera rimanere con il bambino durante l'intervento.1 Altri non lo faranno. Si deve sempre tener conto della possibilità che i genitori svengano alla vista del sangue o degli aghi, ed è preferibile che si siedano durante la procedura. Se presente, il ruolo del genitore deve essere quello di fornire conforto al bambino, ma non di assistere a una procedura potenzialmente dolorosa. Se possibile, distrarre il bambino con semplici conversazioni su scuola, amici, hobby, animali domestici o programmi televisivi per aiutarlo a diminuire l'ansia.

Come si parla a un bambino del prelievo di sangue?

Siate onesti con il vostro linguaggio

  Cosa sono i pianeti spiegati ai bambini

L'onestà è una componente importante quando si parla al bambino di esami del sangue. Cercate di evitare di dire "non farà male!" o "sarà una cosa veloce!". È importante che il bambino si fidi di voi e dell'équipe medica per essere onesto con lui. Provate invece a dire "sembrerà un pizzico o una puntura".

Come si spiega un prelievo di sangue a un bambino di 3 anni?

È un piccolo panno che si sente freddo e umido sulla pelle. Poi, con un piccolo ago, si preleva un po' di sangue in un tubo. Il corpo non ha bisogno del sangue prelevato. Il corpo ha una grande quantità di sangue e ne produce rapidamente di nuovo.

Raccolta di sangue infantile

Per un bambino ci sono poche cose che fanno più paura di un ago. Che si tratti di un vaccino, di una flebo o di un prelievo di sangue, l'apprensione è grande quando un bambino vede un ago nella stanza. Poiché i pediatri ordinano sempre più spesso esami del sangue per gestire le cure dei loro pazienti, la maggior parte dei bambini avrà bisogno di un prelievo di sangue a un certo punto dell'infanzia.

Per la maggior parte dei bambini, il non sapere può essere più spaventoso del sapere. Descrivete a vostro figlio cosa accadrà in laboratorio durante il prelievo e quanto sia importante rimanere fermi. E ricordate che l'onestà è la migliore politica. I bambini devono sapere che l'ago potrebbe provocare un po' di dolore, anche se si tratta solo di un pizzico!

A volte la persona più ansiosa per il prelievo di sangue di un bambino è il genitore o l'assistente. Per il bene di vostro figlio, cercate di fare del vostro meglio per rimanere ottimisti riguardo al processo. Se in passato avete avuto una brutta esperienza con la flebotomia, è meglio che non la condividiate con il bambino prima della visita. Se vi accorgete di essere più ansiosi del bambino durante il prelievo, prendete in considerazione l'idea di mandarlo in laboratorio con un coniuge, un nonno o un altro familiare fidato.

  Arte barocca spiegato ai bambini

Limiti del prelievo di sangue in età pediatrica

Al Children's Hospital of Pittsburgh of UPMC crediamo che genitori e tutori possano contribuire al successo di questo test e vi invitiamo a partecipare. Leggete le seguenti informazioni per conoscere il test e come potete contribuire.

Non è necessaria alcuna preparazione a casa, a meno che non sia stata ordinata dal medico. Il medico potrebbe chiedervi di non far mangiare il bambino per un certo periodo di tempo prima del prelievo. Seguite le istruzioni specifiche fornite dal medico del vostro bambino.

I prelievi di sangue vengono effettuati in diverse sedi e laboratori dell'Ospedale pediatrico. Possono essere effettuati durante una visita medica (ambulatoriale) o mentre il bambino è ricoverato in ospedale. La maggior parte dei prelievi ambulatoriali segue un processo simile. Dopo aver effettuato il check-in al banco di registrazione, vi verrà chiesto di sedervi nell'area di attesa.

L'infermiera o il tecnico di laboratorio raggiungeranno il bambino nella sala visite. Il bambino siederà su una sedia comoda con un bracciolo per appoggiarsi durante il prelievo di sangue. Il bambino può anche sedersi in braccio.

Prelievo di sangue capillare nei neonati

Ai bambini e ai ragazzi offriamo sempre una crema anestetica locale o uno spray freddo prima di prelevare un campione di sangue. In questo modo la loro pelle si intorpidisce e non sentono molto l'esame del sangue. Per sapere cosa succederà, leggete le nostre informazioni di facile lettura su Come fare un esame del sangue con il vostro bambino.

Una volta che il flebotomista ha prelevato un numero sufficiente di provette di sangue, apporrà su ciascuna di esse un'etichetta con i dati del bambino, in modo da poterle rintracciare in tutto il laboratorio e assicurarsi che i risultati vengano aggiunti alla cartella clinica del bambino. Di solito mette le provette in una busta di plastica e poi usa il nostro sistema di provette pneumatiche o chiama un facchino per portarle ai nostri laboratori. Il personale del laboratorio registra i campioni quando arrivano e poi li usa per eseguire i test richiesti. In genere si tratta di utilizzare macchinari complicati e costosi, in grado di analizzare i campioni in modo più rapido e accurato rispetto a un essere umano.

  La preghiera spiegata ai bambini il piccolo gregge

Confrontando i risultati dei test del bambino con i "valori normali" (intervalli di riferimento), voi e il vostro medico potete vedere se i risultati dei test non rientrano nell'intervallo. I risultati possono essere influenzati da molti fattori, ma possono fornire indizi utili per il trattamento del bambino: basta chiedere al medico.

Go up