Roma spiegata ai bambini

Arco di Tito

I Romani arrivarono in Gran Bretagna quasi 2000 anni fa e cambiarono il nostro Paese. Ancora oggi, le prove della presenza dei Romani sono visibili nelle rovine di edifici, fortezze, strade e bagni romani che si trovano in tutta la Gran Bretagna.

Secondo la leggenda romana, Romolo fu il fondatore di Roma. Romolo e suo fratello gemello Remo erano figli del dio Marte. Quando erano molto giovani furono abbandonati sulle rive del fiume Tevere e lasciati a se stessi. Per loro fortuna furono trovati da una lupa che ebbe pietà di loro e li nutrì con il suo latte.    I ragazzi furono poi trovati da un pastore che li allevò. I ragazzi divennero molto forti e intelligenti e decisero di costruire una città nel luogo in cui il pastore li aveva trovati.  Chiamarono la loro città Roma.

Gesù nacque quando l'imperatore Giulio Cesare, generale romano, invase la Britannia. Portò con sé due legioni romane. Dopo aver vinto diverse battaglie contro le tribù celtiche (Britanni) nel sud-est dell'Inghilterra, tornò in Francia.

L'estate successiva (54 a.C.) Cesare tornò in Britannia sbarcando a Walmer, vicino a Deal, nel Kent. Questa volta portò con sé non meno di cinque legioni (30.000 fanti) e 2.000 cavalieri. Questa volta i Romani attraversarono il fiume Tamigi. Dopo altri scontri, le tribù britanniche promisero di pagare un tributo a Roma e furono lasciate in pace per quasi un secolo.

Che cos'era l'Impero Romano in termini semplici?

L'Impero romano era il più grande impero del mondo antico. La sua capitale era Roma e il suo impero si estendeva nell'area del Mediterraneo. L'impero ebbe inizio nel 27 a.C., quando Ottaviano divenne imperatore Augusto. Cadde nel 476 d.C.

  Don giovanni bosco spiegato ai bambini

Chi erano i Romani per i bambini?

I Romani sono originari della città di Roma, nell'odierna Italia. Tuttavia, i Romani governavano paesi di tutto il mondo, tra cui la Gran Bretagna, e questo era chiamato Impero Romano. L'Impero ha avuto un enorme effetto sulla lingua, sulla cultura e sulla storia dei Paesi dell'Europa, del Medio Oriente e persino dell'Africa settentrionale.

Come descriverebbe Roma?

Roma è spesso chiamata la Città dei Sette Colli per la sua posizione geografica e anche la "Città Eterna". Roma è generalmente considerata la "culla della civiltà occidentale e della cultura cristiana" e il centro della Chiesa cattolica.

Video sull'antica Roma per la scuola media

erano rappresentazioni teatrali all'aperto.  C'erano feste, sia religiose che organizzate dai ricchi romani.  C'erano corse di carri e gare di gladiatori.  C'erano gare sportive.  Ed erano tutti gratuiti.

I Romani erano anche molto socievoli.  Andavano a trovare amici, parenti e vicini.  Si riunivano nelle terme.  Potevano organizzare una cena per amici e persone importanti.  Se si era ricchi, si poteva stare svegli tutta la notte a una festa, illuminata da lampade a olio.  I poveri non potevano permettersi l'olio per le lampade, quindi di solito andavano a letto quando faceva buio.

Con l'espansione di Roma, i Romani entrarono in contatto con persone che adoravano altri dei.    Se quelle persone avevano combattuto molto bene, i Romani pensarono che i loro dèi dovevano essere abbastanza buoni, così adottarono quegli dèi,

cesellato su un oggetto. Molto spesso, i Romani imprimevano il nome del fabbricante di mattoni sui mattoni che usavano.    Avevano persino una legge che stabiliva che i fabbricanti di tubi di piombo che portavano l'acqua agli edifici dovevano essere marchiati con il nome del fabbricante.    I vasai firmavano il loro lavoro.

Impero romano

L'adozione nell'antica Roma era praticata ed eseguita dalle classi più elevate; un gran numero di adozioni era effettuato dalla classe senatoria.[1] La successione e l'eredità familiare erano molto importanti; pertanto, i Romani avevano bisogno di modi per tramandare la loro fortuna e il loro nome quando non erano in grado di produrre un erede maschio. L'adozione era uno dei pochi modi per garantire la successione, quindi divenne una norma adottare giovani maschi nelle case delle famiglie di alto rango. A causa delle leggi romane sull'eredità (Lex Falcidia),[2] le donne avevano pochissimi diritti o la possibilità di ereditare fortune. Questo le rendeva meno preziose per l'adozione. Tuttavia, le donne venivano comunque adottate ed era più comune che si sposassero con una famiglia influente.

  Come spiegare la quaresima ai bambini

A Roma, il responsabile dell'adozione era il capofamiglia maschio, chiamato pater familias. L'adozione comportava un'adozione di potere per il bambino adottato, poiché lo status della famiglia adottante veniva immediatamente trasferito al bambino. Si trattava quasi sempre di un aumento di potere a causa dell'alto costo dell'adozione. Publio Clodio Pulcro utilizzò notoriamente questa scappatoia per il potere politico nel suo tentativo di ottenere il controllo sulla plebe.[3] Durante la Repubblica romana, le stesse leggi rimasero in vigore con un'unica differenza: il requisito dell'approvazione del Senato.

Colosseo

L'Impero romano era il più grande impero del mondo antico. La sua capitale era Roma e il suo impero aveva sede nel Mediterraneo. L'Impero risale al 27 a.C., quando Ottaviano divenne imperatore Augusto, fino alla sua caduta nel 476 d.C., che segnò la fine del mondo antico e l'inizio del Medioevo, o Età Oscura.

Molti territori moderni facevano parte dell'Impero Romano, ad esempio la Gran Bretagna (non la Scozia), la Spagna, il Portogallo, la Francia (Gallia), l'Italia, la Grecia, la Turchia, la Germania, l'Egitto, il Levante, la Crimea, la Svizzera e la costa settentrionale dell'Africa. La lingua principale dell'Impero romano era il latino, con il greco come lingua secondaria importante, soprattutto nelle province orientali.

  Come spiegare l eclissi ai bambini

La metà occidentale dell'Impero Romano durò per circa 500 anni, finché il generale barbaro Odoacre non depose l'ultimo imperatore Romolo Augusto. La metà orientale, invece, composta da Balcani, Anatolia, Levante ed Egitto, continuò per circa mille anni (il Levante e l'Egitto furono persi dagli arabi nell'VIII secolo). La parte orientale era chiamata Impero bizantino. La sua capitale era Costantinopoli, oggi chiamata Istanbul.

Go up