Articoli determinativi e indeterminativi spiegati ai bambini

Articoli definitivi e indefiniti explicação

La legge australiana impone la detenzione di tutti i non cittadini che si trovano in Australia senza un visto valido (unlawful non-citizens). Ciò significa che i funzionari dell'immigrazione non hanno altra scelta che trattenere le persone che arrivano senza visto (arrivi non autorizzati), o le persone che arrivano con un visto e successivamente diventano illegali perché il loro visto è scaduto o è stato cancellato (arrivi autorizzati). La legge australiana non fa distinzione tra la detenzione di adulti e bambini.

La presente inchiesta riconosce che la detenzione obbligatoria per un periodo strettamente limitato, finalizzata all'ottenimento di informazioni di base sulla salute, l'identità, la sicurezza e le informazioni di base a sostegno di una richiesta di visto, può costituire una parte legittima di un sistema di controllo dell'immigrazione, a condizione che la detenzione sia soggetta a un effettivo controllo da parte di un tribunale.(1)

La detenzione obbligatoria in Australia, tuttavia, va ben oltre. Quando i bambini arrivano in Australia senza visto e chiedono asilo, sono costretti a rimanere in detenzione ben oltre il periodo di tempo necessario per raccogliere informazioni di base sulla richiesta di asilo, sulla salute, sull'identità o sulla sicurezza. Sia gli adulti che i bambini devono rimanere in detenzione fino a quando la loro richiesta di asilo non è stata finalizzata o non è stato rilasciato un visto provvisorio. La conseguenza è che questi bambini sono spesso detenuti per mesi e talvolta per anni, molti dei quali in centri di detenzione in aree remote dell'Australia. Ai sensi del Migration Act 1958 (Cth) (la legge sulla migrazione), non esiste un limite di tempo per questa detenzione ed è possibile solo un controllo molto limitato da parte dei tribunali. È questa detenzione obbligatoria di bambini a lungo termine, indeterminata e di fatto non rivedibile, che costituisce la preoccupazione principale di questa inchiesta.

  La sostenibilità spiegata ai bambini

Come si spiegano gli articoli determinativi e indefinitivi?

Gli articoli si usano prima dei sostantivi o dei loro equivalenti e sono un tipo di aggettivo. L'articolo determinativo (il) si usa prima di un sostantivo per indicare che l'identità del sostantivo è nota al lettore. L'articolo indefinito (a, an) si usa prima di un sostantivo generico o quando la sua identità non è nota.

Che cos'è l'articolo indeterminativo per i bambini?

Le parole "a" e "an" sono articoli indefiniti. Gli articoli indefiniti indicano che il sostantivo che segue non è specifico per una persona, un luogo o una cosa in particolare. Come le carte, può significare uno qualsiasi di un certo gruppo o tipo. L'articolo "a" si usa quando il sostantivo che lo segue inizia con una consonante, come "un calamaro".

Articoli definitivi e indefiniti pdf

Articoli definitivi e indefiniti in tedesco: La tua guida essenziale STAI CERCANDO UNO SCHEMA COME QUESTO (o la versione degli articoli definitivi)? SE COSÌ E', LO STAI IMPARANDO IN MODO SBAGLIATO.VAI DIRETTAMENTE ALLA SEZIONE SCHEMI O INIZIA DA QUI:(E prima che vi chiediate se parlo veramente tedesco a causa dell'inclusione della colonna dei plurali con le forme di 'kein', continuate a leggere!)  Vi ricordate quando avete iniziato a imparare il tedesco? Vi sembrava così eccitante: tutti i viaggi che avreste fatto, le nuove esperienze che avreste fatto, la possibilità di parlare in un'altra lingua (<- COOL!) e tutte le opportunità che vi si sarebbero presentate. Ma poi sono arrivate tutte le "incombenze" dell'apprendimento di una nuova lingua, come gli articoli definiti e indefiniti. Perché la grammatica deve sempre sembrare così intimidatoria e anche noiosa? Beh, anche se farò del mio meglio, non sono sicuro che qualcuno possa rendere la grammatica super-divertente... ma vi prometto che posso aiutarvi con la parte intimidatoria! Infatti, qui di seguito vi mostrerò che non dovreste nemmeno pensare agli articoli definitivi e indefiniti.Imparerete quanto segue:

  Brevetto spiegato ai bambini

Articoli indefiniti in inglese

Viviamo in una piccola casa vicino alla chiesa.  (= la chiesa del nostro villaggio)Papà, mi presti la macchina? (= la macchina che appartiene alla nostra famiglia)Quando stavamo a casa di mia nonna, andavamo in spiaggia tutti i giorni.  (= la spiaggia vicino alla casa di mia nonna)Guarda il ragazzo laggiù.  (= il ragazzo che sto indicando)

Il lupo non è un animale pericoloso. (= I lupi non sono animali pericolosi.)Il canguro si trova solo in Australia.  (= I canguri si trovano solo in Australia.)Il cuore pompa il sangue intorno al corpo. (= Il cuore pompa il sangue intorno al corpo).

Tuttavia, per alcuni altri giornali è diventato comune tradurre l'articolo determinativo nei loro nomi in "the", invece di mantenere l'articolo nella lingua originale. Ad esempio, il quotidiano italiano "Il Corriere della Sera" viene spesso chiamato "The Corriere della Sera" in inglese.

Il pronome soggetto può essere usato occasionalmente, ma di solito è inconsapevolmente arcaico e detto per effetto drammatico: irruppe nella stanza e gridò "Sono io, il Re, e siete tutti in arresto!".

Esercizi sugli articoli definitivi e indefiniti

Mots-clés : proposizione relativa, détermination, indétermination, articolo indéfini, théorie des opérations énonciatives, déterminative, appositive, stabilisation, notion, occurrence, extraction, fléchage

Parole chiave: clausola relativa, determinazione, indeterminatezza, articolo indeterminativo, teoria delle operazioni enunciative, determinativo, appositivo, stabilizzazione, nozione, occorrenza, estrazione, individuazioneTop of page

(1) Per l'occasione, l'editore Pieraldo di Roma ha pubblicato un libro che comprende tre serie di ritratti e testi, tra gli altri, di Irene Bignardi e Mauro Bolognini. (BNC: EBU The Art Newspaper)

2Nella maggior parte delle descrizioni delle clausole relative, la divisione tra clausole restrittive (dette anche determinative o definitorie) e clausole appositive (dette anche non restrittive o non definitorie) viene esemplificata utilizzando frasi in cui l'antecedente della relativa è determinato da THE:

  Come spiegare la vendemmia ai bambini

3 In questo caso la giustificazione tradizionale per trattare la clausola relativa come restrittiva/determinativa è la seguente: la qualificazione trasmessa attraverso la clausola relativa in (2) costituisce la condizione per la determinazione certa in THE. Ma quando la determinazione definita è giustificata altrove nel contesto, la clausola relativa aggiunge semplicemente una qualificazione che non è di per sé rilevante per la determinazione definita, ed è quindi classificata come appositiva, come in (3). In questo caso la clausola relativa è tradizionalmente staccata.

Go up