August macke spiegato ai bambini

Espressionismo di August Macke

Nei loro sogni potevano volare. Lo si sapeva già da tempo di Marc Chagall, i cui uomini si librano spesso in cielo. Il suo più famoso si libra contemporaneamente in un primo piano indefinito, sopra un villaggio innevato e appena sopra i tetti lontani. Questo lo ha reso il paradigma dell'ebreo errante, ma mai lontano da una casa amata.

Lo sapevate, però, di El Lissitzky, Kazimir Malevich e del Suprematismo? L'uomo solitario con lo zaino in spalla di Chagall aveva un cugino stretto in una piazza galleggiante? Ed entrambi incarnavano un'arte sovietica rivoluzionaria? Gli artisti hanno insegnato insieme a Vitebsk, nell'attuale Bielorussia, la stessa città che Chagall conobbe da bambino e che commemorò nei suoi dipinti. Ora il Museo Ebraico li riunisce in "Malevich, Lissitzky, Malevich: l'avanguardia russa a Vitebsk". Tutto questo, però, non era sogni condivisi e speranze durature.

Nessuno dovrebbe guardare un quadrato nero o rosso di Kazimir Malevich e vedere solo bordi duri e stasi. La sua arte si eleva, come le opere influenzate dall'arte sovietica di Mernet Larsen oggi, e i suoi studenti della Scuola Popolare d'Arte lo sapevano. Lo sapevano i suoi studenti della Scuola Popolare d'Arte, che sfoggiavano i quadratini sui loro abiti, rendendolo la star di una mostra di provincia. Mark Chagall aveva attirato l'artista più anziano insieme all'insegnante di Chagall stesso, Yuri Pen, i cui ritratti colorati ma conservatori includevano anche Chagall. L'insegnante di scultura, David Yakerson, stava sfornando studi suprematisti, opere su carta in onore dei lavoratori e delle Guardie Rosse e progetti per un monumento alla breve rivolta comunista in Germania. E Chagall commemorò il primo anniversario della rivoluzione d'ottobre nel 1918 con un uomo in volo assolutamente laico, come Onward, Onward.

  Aquila spiegata ai bambini

Per cosa è conosciuto August Macke?

August Macke, (nato il 3 gennaio 1887 a Meschede, Germania - morto il 26 settembre 1914 a Perthes-les-Hurlus, Francia), pittore tedesco leader di Der Blaue Reiter ("Il Cavaliere Azzurro"), un influente gruppo di artisti espressionisti.

Quali sono le 3 caratteristiche dell'espressionismo?

Gli espressionisti tedeschi svilupparono presto uno stile notevole per la sua durezza, audacia e intensità visiva.

Qual è l'idea principale dell'espressionismo?

L'espressionismo è un movimento modernista, inizialmente nella poesia e nella pittura, che ha avuto origine nel Nord Europa all'inizio del XX secolo. Il suo tratto tipico è quello di presentare il mondo unicamente da una prospettiva soggettiva, distorcendolo radicalmente per effetto emotivo, al fine di evocare stati d'animo o idee.

Morte di August Macke

Fatti sull'espressionismo per bambini Fatti dell'enciclopedia per bambiniL'espressionismo è un movimento artistico e culturale del XX secolo. Gli artisti espressionisti cercano di esprimere un sentimento con ciò che creano. I colori e le forme non sono usati come li vede la gente, ma come li sente l'artista.

L'espressionismo è emerso come "movimento d'avanguardia" nella poesia e nella pittura prima della Prima Guerra Mondiale. Negli anni di Weimar fu apprezzato da un pubblico di massa, raggiungendo un picco di popolarità nella Berlino degli anni Venti.

L'espressionismo presenta il mondo come soggettivo: come lo sente l'artista, non come è scientificamente. L'arte cerca di ottenere un effetto emotivo e trasmette stati d'animo e idee personali. Gli artisti espressionisti cercavano di esprimere il significato di "essere vivi" e l'esperienza emotiva piuttosto che la realtà fisica.

L'espressionismo è presente in molte forme d'arte, tra cui: pittura, letteratura, teatro, danza, film, architettura e musica. Il termine spesso implica angoscia emotiva. In senso generale, pittori come El Greco potrebbero essere definiti espressionisti; in pratica, il termine viene applicato solo alle opere del XX secolo.

  Colonnato di piazza san pietro spiegato ai bambini

Come è morto August Macke

"Queste due possibili somiglianze tra le forme d'arte di oggi e quelle del passato saranno subito riconosciute come diametralmente opposte tra loro. La prima, essendo puramente esteriore, non ha futuro. La seconda, essendo interna, contiene in sé il seme del futuro". 2 di 6

"Sapevo che non dovevo dipingere ciò che vedevo, ma solo ciò che era in me, nella mia anima. In senso figurato, era così: nel mio cuore sentivo come se ci fosse un organo, che dovevo suonare. E la natura, che vedevo davanti a me, mi spingeva soltanto. E questa era la chiave che apriva l'organo e lo faceva suonare". 3 di 6

Alexej von Jawlensky "Il colore è un potere che influenza direttamente l'anima. Il colore è la tastiera, gli occhi sono il martello, l'anima è la corda. L'artista è la mano che suona, toccando un tasto o un altro, per provocare vibrazioni nell'anima". 4 di 6

"Solo oggi l'arte può essere metafisica, e continuerà ad esserlo. L'arte si libererà dai bisogni e dai desideri degli uomini. Non dipingeremo più una foresta o un cavallo a nostro piacimento o come ci sembrano, ma come sono realmente". 5 di 6

August macke moglie

L'espressionismo è un movimento modernista, inizialmente nella poesia e nella pittura, nato nell'Europa settentrionale all'inizio del XX secolo. Il suo tratto tipico è quello di presentare il mondo esclusivamente da una prospettiva soggettiva, distorcendolo radicalmente per effetto emotivo al fine di evocare stati d'animo o idee.[1][2] Gli artisti espressionisti hanno cercato di esprimere il significato[3] dell'esperienza emotiva piuttosto che la realtà fisica.[3][4]

L'espressionismo si è sviluppato come stile d'avanguardia prima della Prima guerra mondiale. Rimase popolare durante la Repubblica di Weimar,[1] in particolare a Berlino. Lo stile si estese a un'ampia gamma di arti, tra cui l'architettura espressionista, la pittura, la letteratura, il teatro, la danza, il cinema e la musica.[5]

  Come spiegare ai bambini la differenza tra maschio e femmina

Ciò che si può dire, tuttavia, è che si tratta di un movimento sviluppatosi all'inizio del XX secolo, principalmente in Germania, in reazione all'effetto disumanizzante dell'industrializzazione e della crescita delle città, e che "uno dei mezzi centrali con cui l'espressionismo si identifica come movimento d'avanguardia, e con cui segna la sua distanza dalle tradizioni e dall'istituzione culturale nel suo complesso, è attraverso il suo rapporto con il realismo e le convenzioni dominanti della rappresentazione"[14] Più esplicitamente, che gli espressionisti rifiutarono l'ideologia del realismo.[15]

Go up